Antifurti per la casa

L’antifurto giusto contro l’home jacking: come evitare che il ladro entri mentre siamo in casa

home jacking

Spesso si teme di lasciare la propria casa incustodita, per paura che qualcuno vi si possa introdurre ed agire indisturbato in nostra assenza. Se è vero che i ladri tendono a preferire abitazioni momentaneamente disabitate, è anche vero che, negli ultimi anni, si sta assistendo ad una nuova tendenza, ancor più pericolosa: l’home jacking.

Questa definizione indica un’intrusione di malintenzionati mentre si è in casa. La particolarità riguarda le “modalità di ingresso” dei ladri. Questi infatti, sfruttando la nostra distrazione, utilizzano varchi che abbiamo lasciato incustoditi, senza scassinare porte o finestre. In altri casi, utilizzano graffette o altri strumenti che aprono le serrature senza lasciare segni di effrazione. La cosa ha un duplice risvolto, uno economico, e l’altro, fondamentale, relativo alla nostra sicurezza personale.

Trovarsi faccia a faccia con il, o peggio, i ladri, è infatti un grande rischio. Nel malaugurato caso in cui questa ipotesi dovesse verificarsi, vi raccomandiamo di contattare subito le Forze dell’Ordine e, soprattutto, di evitare di fare gli eroi affrontando gli intrusi. Questo atteggiamento potrebbe metterci in serio pericolo, perciò la scelta migliore è quella di assecondare le richieste che ci vengono fatte.

Il problema economico dell’home jacking è legato principalmente ai contratti assicurativi. Facciamo un esempio: un ladro entra da una finestra che abbiamo lasciato aperta mentre facciamo la doccia – quindi non forza alcuna serratura né rompe alcun vetro – ruba le chiavi della nostra macchina e va via a bordo della stessa. Si tratta di un caso classico di home jacking, furto realizzato senza alcun tentativo di scasso. Il rischio, in questo caso, è che il furto venga derubricato ad appropriazione indebita. Si tratta di un rischio perché non tutte le compagnie assicurative coprono i danni derivanti da questo reato, ed è bene, quindi, assicurarsene prima di firmare il contratto.

Naturalmente, la difesa migliore è la prevenzione. È per questo che WallMall sottolinea sempre l’importanza dell’antifurto perimetrale. Come è facile intuire, si tratta di un antifurto per la casa che ne protegge il perimetro, inclusi i varchi come porte e finestre. Questo sistema d’allarme va sempre affiancato a quello volumetrico. Esso infatti garantisce la nostra sicurezza anche mentre siamo in casa.

Il motivo è semplice da intuire: quando siamo all’interno del nostro appartamento o della nostra villetta, non accenderemo necessariamente i sensori volumetrici, per poterci muovere senza far scattare falsi allarmi. Grazie agli impianti perimetrali WallMall, però, potremo goderci il nostro tempo in assoluta serenità, perché le vie di ingresso saranno comunque bloccate e sotto controllo.

Sul nostro blog troverai informazioni dettagliate sui sensori che compongono un antifurto per la casa perimetrale, da quelli a tenda a quelli magnetici, passando per quelli a incasso filari o wireless. Naturalmente nello store WallMall troverai una vasta offerta di questi sensori, per poter scegliere il kit che meglio si adatta alle tue esigenze.

One thought on “L’antifurto giusto contro l’home jacking: come evitare che il ladro entri mentre siamo in casa

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *