Antifurti per la casa

Furti in casa: le raccomandazioni dei Carabinieri

I furti in casa sono episodi molto spiacevoli per chi li subisce.

Non si tratta solo di un danno economico, ma anche del veder turbata la propria privacy, della terribile sensazione di essere violati in casa propria, non riuscendo più a sentirsi sicuri in nessun posto. Ci sono diversi accorgimenti per prevenire il fenomeno e, sul sito del Ministero della Difesa, è possibile trovare un elenco di consigli in merito fornito dai Carabinieri.

Non stupisce, sul podio dei primi tre di questo elenco, la presenza di un suggerimento fondamentale: installate dei dispositivi antifurto.

Un dispositivo d’allarme è infatti efficace per svariati motivi. Innanzitutto funge da deterrente, poiché i ladri tendono a preferire obiettivi facili. Questo significa che, notando sirene e altri elementi di un antifurto installati sulla vostra casa, ne sceglieranno un’altra non protetta. L’antifurto può inoltre avvisarvi che sta avvenendo un’intrusione, sia in presenza, poiché il sistema si attiva ed emette segnali quando rileva un intruso (con la sirena che inizia a suonare ad esempio), ma anche a distanza, poiché i sistemi di nuova generazione sono controllabili attraverso smartphone ed altri dispositivi in qualunque posto vi troviate. Ultima funzione – ma non per importanza – un sistema d’allarme segnala un’intrusione non soltanto al padrone di casa, ma anche ai numeri di riferimento e, soprattutto, ad istituti di vigilanza e Forze dell’Ordine.

Scarica qui il Modulo per collegare l’antifurto casa al Pronto Intervento dei Carabinieri Arma dei Carabinieri - Home

 

Se ancora non avete scelto il vostro antifurto date un’occhiata al nostro negozio: non rimarrete di certo delusi, grazie alla presenza di sensori, sirene e kit per ogni tasca ed ogni esigenza. Se non siete particolarmente esperti del settore e non sapete cosa scegliere, sul nostro blog troverete consigli e descrizioni di ogni elemento di un sistema d’allarme, in modo che chiunque possa essere in grado di comporre il proprio antifurto.

Naturalmente l’antifurto per la casa non è l’unico accorgimento consigliato dai Carabineiri. Alcuni dei consigli forniti sono molto semplici, eppure spesso ce ne dimentichiamo.

  • Per esempio: cosa vi diceva sempre la mamma? Non aprire agli sconosciuti! Ed aveva ragione: quando sentite il campanello, è bene controllare sempre lo spioncino o il videocitofono prima di aprire.
  • Lasciate la chiave di riserva sotto al vaso accanto alla porta, perché aspettate che l’uomo dei vostri sogni la usi per entrare e farvi una sorpresa? Beh, a meno che non viviate in un film romantico vi sconsigliamo di farlo: il principe azzurro invece delle rose potrebbe farvi trovare i cassetti tutti aperti e vuoti.
furti in casa

furti in casa

  • Quando andate fuori per lunghi periodi non ditelo proprio a tutti. Qualche anno fa la villa di Piquet e Shakira è stata svaligiata. Il periodo scelto era perfetto per i ladri, poiché lui era in ritiro con la Spagna, lei in tournèe in Germania. Certo, capiamo la tentazione di pubblicare le foto sui social, ma se non siete calciatori della Nazionale o cantanti pop internazionali si potrebbero evitare almeno gli annunci con squillo di trombe.

Alcuni accorgimenti, come dicevamo, sono molto semplici, come per esempio ricordarsi di chiudere il portone d’accesso al palazzo, o conservare oggetti e documenti importanti in cassaforte o comunque in un luogo sicuro. Un altro consiglio che potrebbe sembrare banale ma non lo è affatto, è quello di evitare di attaccare targhette alle chiavi. Nel malaugurato caso in cui vi scippassero la borsa, per esempio, dovreste rifare i documenti, ricomprare il cellulare e recuperare la rubrica… tante cose, affatto simpatiche certo. Ma se in borsa avevate anche le chiavi con la targhetta “Maria Rossi, via Donizetti 35, piano rialzato (la porta rossa a destra)”, dovrete rifare anche tutte le serrature di casa: ancora peggio no?

L’elenco comprende poi un gran numero di consigli, dall’adozione di grate, porte blindate ed altri strumenti di sicurezza passiva all’illuminazione giusta, passando per il messaggio della segreteria e la duplicazione delle chiavi. Qui potrete leggere il testo nella sua interezza, magari dopo che avrete scelto i sensori WallMall più adatti alle vostre esigenze.

 

Torna all'elenco